martedì 17 marzo 2009

Tris di gnocchetti alle castagne: all'essenza di funghi, gratinati alla verza e con piccolo ragù di carote e scalogno


Ciao a tutti...
Oggi vi voglio parlare di una ricettina che mi ha decisamente allietato la serata di ieri. Era da tempo, ormai, che un famigerato pacco di farina di castagne albergava in dispensa, ancora tutto sigillato, in attesa di quelle sperimentazioni che sempre mi propongo al momento dell'acquisto di un qualche ingrediente interessante, ma che troppo spesso vengono ahimè rimandate a data da destinarsi, per motivi prima di tempo e poi di dimenticanza.
Bene..dall'incontro del detto pacco con un paio di libri della mia ormai smisurata biblioteca culinaria, è nata un'idea..anzi tre..e tutto senza seguire nessuna ricetta..ma, come al solito, andando per libere associazioni & voli pindarici...
Lasciatemi dunque presentarvi il mio

"Tris di gnocchetti alle castagne: all'essenza di funghi, gratinati alla verza e con piccolo ragù di carote e scalogno".


Per gli gnocchi:

-mezzo litro di latte
-100 g farina di castagne
-15 g grana grattugiato
-1 uovo
-farina 00 quanto basta

Mettere il latte sul fuoco con un pizzico di sale; quando bolle, aggiungere la farina di castagne e mescolare finchè il composto diventa denso, poi spegnere e far raffreddare. Aggiungere il tuorlo, il grana e l'albume montato a neve. In ultimo, aggiungere la farina 00, finchè l'impasto non è più appiccicoso. Formare dei salsicciotti e tagliare gli gnocchi con un coltello senza seghetto.


Per i sughi:

1. All'essenza di funghi


-porcini secchi
-olio extravergine di oliva
-sale

Polverizzare i porcini nel mixer. Scaldare una padella dal fondo spesso finchè una goccia d'acqua lasciatavi cadere evapora, quindi spegnere e aggiungere poco olio. Aspettare un attimo e poi mettere nell'olio la polvere di porcini, salare, e lasciare in infusione circa 10 minuti.
Saltare 7-8 gnocchi nell'olio (a fuoco medio) con un po' di acqua di cottura e aggiungere alla fine un po' di polvere di porcini a crudo.

2. Gratinati alla verza


-qualche foglia di verza
-parmigiano
-burro
-sale

Bollire la verza in acqua salata e poi tagliarla a striscioline. Bollire gli gnocchi. Mettere verza e 7-8 gnocchi in una pirofilina monoporzione con fiocchetti di burro e parmigiano grattugiato. Infornare sotto il grill finchè si forma una crosticina.


3. Con piccolo ragù di carote e scalogno (Il migliore dei 3)


(NB: dosi per 1 persona)
-1 scalogno grande
-mezza carota
-olio e.v.o.
-sale

Mettere in una padella a fondo spesso l'olio con lo scalogno tritato grossolanamente al coltello. Aggiungere dopo poco la carota a cubetti piccoli, e far soffriggere per diversi minuti finchè entrambi sono morbidi. Salare. Saltare 7-8 gnocchi in questo sugo, aggiungendo un po' d'acqua di cottura della pasta.

Che dire...davvero buoni tutti e tre...ma, a sorpresa, superlativo l'abbinamento castagna-carota-cipolla..così semplice e così incredibilmente appagante.
IMPORTANTE: servite solo pochi gnocchi per tipo (max 7-8), altrimenti il gusto dei sughi si perde..il singolo sugo dev'essere abbondante rispetto alla pasta..ci dev'essere molto “intingolo”, in altre parole!

9 commenti:

  1. Caspita, ma che brava! hai preparato untris davvero originale ed invitante!
    non sembra neppure tanto complicato!da provare!
    baci baci

    RispondiElimina
  2. Interessante la farina di castagne!... La farina 00 che hai aggiunto è circa lo stesso peso di quella di castagne? Quanti ne vengono indicativamente con le dosi che hai indicato?
    Proprio una bella idea...

    RispondiElimina
  3. Per manu e silvia: si, sono davvero semplicissimi da preparare..è tutto giocato sugli abbinamenti! Vale davvero la pena..

    Per Virò:
    Eh-eh...la farina 00..:-))...No, rido perchè ripenso a come è andata: Dunque..dato che con le dosi del libro la pasta era molle da far spavento, mi son detta "miseria..ma come posso trarre degli gnocchi da ciò..?? Così ho preso la farina 00, appunto, e ho cominciato a rovesciarcela sopra selvaggiamente(!) Mah..alla fine un etto probabilmente lo era..si, direi di si.
    Per quanto riguarda la quantità di gnocchi, ne vengono tantini, nel senso che ho riempito tre taglieri da cucina..! (E ora ho la scorta in freezer..sento che incombe la nausea da castagna:-))

    RispondiElimina
  4. Leggo la tua risposta e rido da sola: mi prenderanno per matta!
    Comunque il freezer è una grande risorsa: tra qualche mesetto, in una serena domenica di giugno, li riscoprirai dimenticati in un angolo remoto mentre cerchi i cubetti di ghiaccio e ti inventerai un condimento estivo strepitoso! Fidati...

    RispondiElimina
  5. Che buoni!! ci hai fatto venir voglia di gnocchi!!!! :-)

    RispondiElimina
  6. che bel piatto!!!coreografico anche da portare a tavola,oltre che buono!!
    eppoi,questa mescolanza di sapori,tutti diversi,mi piace molto ;)

    RispondiElimina
  7. Adoro i tris: mangio 3 cose golose con un solo piatto: questo dev'essere golosissimo, oltre chè colorato ed invitante!

    RispondiElimina
  8. gran bella ricetta complimenti, io andrei matto per i gratinati con la verza

    RispondiElimina
  9. ma sai che ho ancora una rimasuglia di farina di castagne e mi hai dato l'idea di come utilizzarla.
    Baci

    RispondiElimina