lunedì 18 maggio 2009

Dalla Liguria con furore: la Focaccia Tipo Recco

Ebbene sì...l’esame incombe...i 6000 quiz anche...
Ma noi siamo coraggiosi, e per tirarci su continuiamo a postare ricette..!! (In fondo, sennò, a cosa serve un blog se non a risollevare gli animi nei momenti di sconforto..?)
Ecco. Quindi oggi l’ormai arcinota e premiatissima ditta Piccolacuoca & Zio (zio che d’ora in poi sarà qui tra noi grazie al suo account google nuovo-nuovo, col nome di “MINOTAURO”..:-) dicevo, la nostra premiatissima ditta oggi vi proprone una prelibatezza ligure della tradizione...semplice-semplice, ma di una bontà incredibile: la focaccia “tipo” Recco (Non diciamo “di” Recco sennò quelli della denominazione di origine protetta poi ci arrestano :-)

Ingredienti:

farina tipo "0" Manitoba
olio extravergine di oliva
stracchino
sale
acqua
NIENTE LIEVITO!!

Esecuzione:

Allora. Si fa l’impasto con la farina Manitoba, l'acqua, il sale e l'olio extravergine d’oliva.

Si lavora un pochino..

...poi si divide in 2 palline e si lascia per 10 minuti a riposare.

A questo punto, si prende la prima pallina e si comincia a stendere...

...fino a che non diventa SOTTILISSIMA!!! (E qui casca l’asino, se manca la Manitoba..:-)
Si unge quindi una teglia bassa ed ampia...

...vi si stende il primo strato...
...e lo si cosparge di stracchino in pezzi.

Poi si prende la seconda pallina di pasta e si ripete tutta la storia, fino alla sfoglia sottilissima.
A questo punto si copre la focaccia con questa seconda sfoglia...

...si taglia via la pasta in eccesso con una rotella per pasta...

...si arrotola il margine rimasto, formando una crosta...

...e infine si spennella la superficie di olio...
A questo punto, si inforna nel Mitico Forno A Legna che già conoscete...
...Ed eccola qua!! Da mangiare caldissima, con forchetta e coltello...un po' come una "crepe"!

13 commenti:

  1. caspita che buona dev'essere !

    RispondiElimina
  2. che meraviglia! l'ho provata anch'io tempo fa e confermo che è ottima! un bacione.

    RispondiElimina
  3. Si sente proprio...il profumino! Ma i tempi e le temperature per i forni tradizionali?...

    RispondiElimina
  4. X Virò: eh, bella domanda....!!
    Guarda, dato che la pasta è molto semplice nel senso che non deve lievitare ed è sottilissima, penso che basti mettere il forno a temperatura piuttosto alta e per poco tempo..la pasta cuoce in fretta e il formaggio non ci mette molto a sciogliersi..
    Poi in questi giorni dovrebbe passare di qua il Mitico Zio (alias "Minotauro" :-)quindi chiederemo anche il suo parere..! ^_^

    RispondiElimina
  5. Wow deve essere buonisssssima!!

    RispondiElimina
  6. La pasta è veramente sottilissima, che spettacolo! La cottura nel forno a legna gli darà di sicuro un sapore migliore insomma, è fantastica!

    RispondiElimina
  7. Veramente da leccarsi i baffiiiiiii!!!

    RispondiElimina
  8. che deliziaaa!!! :P mmm ma a me mi sa tanto che la prossima volta che accendiamo il forno a legna la provo! dev'essere super-eccezionale!
    complimenti... baci, cristina

    RispondiElimina
  9. ....buonaa!!! cenato sabato sera con quella doc....a Recco! :0)

    RispondiElimina
  10. Buonaaaaaaaaaaaaaaaa......da provare, anche se non ho il forno a legna!!!!!
    ciaooooo

    RispondiElimina
  11. l'ho fatta proprio ieri per cena!!!ma senza forno a legna:(
    deliziosa, con un ripieno cremoso e saporito!!

    RispondiElimina
  12. che delizia, avevo provato a farla con qualche diversità rispetto alla tua ricetta e con un risultato appena sufficiente... ora proverò con la tua. Conosco il tuo blog da poco, ti ho scoperto tramite il tuo concorso delle spezie, ti ho inviato una mia ricettina, spero ti possa piacere. Vorrei omaggiarti di due premi vieni su www.dolci-pensieri.it nello specifico trovi i tuoi regali nel post sul tiramisù. grazie sere c.

    RispondiElimina
  13. Ok attendo il remake qui a casa mia ... vi sopito volentieri , tutto il tempo che volete :)
    Se poi ogni giorno viene fuori un manicaretto come questo !!!!!!!!

    RispondiElimina