martedì 17 agosto 2010

Pasta frolla lievitata (!) con crema e lamponi freschi

Cosa fare con 3 (grossi) bicchieri stracolmi di lamponi (e qualche mora), amorevolmente raccolti uno a uno nei boschi dell'appennino Parmense..?
- Son così profumati - ha detto qualcuno (me)...- Che bisogna lasciarli il più possibile integri, al naturale. -
E cosa c'era di meglio, a tale scopo, di una base di pasta frolla ricoperta di deliziosa crema pasticcera aromatizzata con vaniglia e limone...?
In realtà la pasta proprio frolla non è, nel senso che ho aggiunto un po' di lievito...; è risultata di una consistenza più morbida e sbriciolosa, perfetta per il nostro scopo; però è consigliabile metterla a cuocere con dei pesi sopra (tipo fagioli secchi, che noi purtroppo non avevamo), altrimenti lievita a dismisura e diventa troppo alta!!

Per una torta di 26 cm di diametro:
per la decorazione:
- 3 bicchieri abbondanti di lamponi (se sono 4 è ancora meglio)
- zucchero a velo

per la pasta frolla:
- 250 g farina 00
- 1 uovo intero + 1 tuorlo
- mezza bustina di lievito per dolci
- 110 g zucchero
- 120 g burro

per la crema pasticcera:
- 50 g farina 00
- 500 ml latte
- 4 tuorli
- 100 g zucchero
- 1 bustina di vanillina
- qualche scorzetta di limone

Per la pasta:
lavorare il burro e la farina con le dita finchè non assumono una consistenza tipo briciole di pane; aggiungere il lievito e amalgamare il tutto; sbattere le uova con lo zucchero e poi aggiungerli al resto. Lavorare velocemente l'impasto, fare una palla e riporre in frigo per 30 minuti.

Per la crema:
Far intiepidire il latte in un pentolino con la vanillina e la scorza di limone. Sbattere i tuorli con lo zucchero; aggiungere il latte e mescolare; versare il tutto nel pentolino dov'era il latte, e, col fuoco al minimo e mescolando, versare la farina poco per volta setacciandola con un colino. Portare lentamente a bollore mescolando continuamente; spegnere quando si è addensata bene.

Imburrare una teglia tonda a cerniera di 26 cm di diametro; mettere la pasta al centro e spargerla sul fondo con le dita, arrivando fino ai margini della teglia e risalendoli per formare i bordi della torta.
Bucherellare la superficie con uno stuzzicadenti. Ricoprire con un disco di carta forno pieno di fagioli secchi ed infornare a 175°C per 20 min. circa.
Quando è pronta, togliere i fagioli secchi e la carta, ricoprire con la crema (una volta raffreddata la crema stessa) e infine con i frutti di bosco precedentemente lavati e scolati su carta assorbente.
Spolverizzare con abbondante zucchero a velo.
Servire tassativamente fredda...!
PS: se dovesse lievitare troppo, cancellando così il bordo, l'unica cosa da fare è lavorare di coltello e scavare la torta quel tanto che basta a creare una cavità che contenga la crema...! (Cosa che ovviamente mi è successa...il risultato finale, comunque, ha ampiamente ripagato della fatica!)

5 commenti:

  1. spaziale questa crostata!!!complimenti!

    RispondiElimina
  2. Insomma una frolla leggermente soffice, per un ripiendo goloseo, delicato e fresco! Anche l'effetto grafico non è niente male eh...
    una fettina si può??
    baci baci

    RispondiElimina
  3. Ma bella...ma golosissima...finita tutta?

    RispondiElimina
  4. Maria Luisa: sissì, finita tutta in un lampo...il pubblico sembra aver gradito!!
    :-))

    RispondiElimina