domenica 6 marzo 2011

Risotto ai muscoli (cozze) e radicchio di Treviso

Questa è, sostanzialmente, la versione risotto della pasta dell'altro giorno, meno i filetti d'acciuga. Non so perchè, ma non ce li ho messi. Sarà che il risotto mi sa di qualcosa di delicato, poco incline ad accogliere un gusto deciso come quello...
Comunque, era buonissimo lo stesso ;-)

Ho fatto colorire in poco olio extravergine mezza cipolla molto piccola tritata; ho aggiunto mezzo barattolino di muscoli (cozze) sgusciati al naturale; dopo poco ho versato 80 g di riso Carnaroli e fatto tostare; ho sfumato con del vino bianco, aggiunto 5 foglie di radicchio di treviso tagliate a striscioline sottili, e portato a cottura (aggiungendo poco sale) con del brodo vegetale e tutto il liquido del barattolino dei muscoli, delizioso come un vero fumetto di pesce...!!

(Le foto non sono un granchè, come sempre mi succede per i piatti caldi...
li fotografo ancora in pentola, con la poca luce che c'è, perchè dopo ho troppa fretta di mangiarmeli...!! :-D )

giovedì 3 marzo 2011

Macarons al cioccolato, clementine e Grand Marnier

Altri macarons al cioccolato-agrumi...! Con una ricetta di base diversa, però. L'insieme mandorle-zucchero a velo qui è diminuito in peso a parità di albume, rispetto a quanto visto la volta scorsa.
Inoltre è stato aggiunto il Grand Marnier sia ai gusci che al ripieno, e le 2 teglie superiori sono state infornate non fredde ma già tiepide, sulla terza già calda (questo ha facilitato e anticipato la formazione del "piede" o "collarino" del macaron, e ha permesso al fondo di cuocere perfettamente e staccarsi poi agevolmente). I macarons sono stati poi lasciati raffreddare in teglia, prima di essere staccati dalla carta-forno, per far solidificare bene il fondo. La temperatura del forno (ventilato) ha oscillato tra i 140 e i 150 gradi, per un tempo di cottura di circa 16-18 minuti.
Come al solito, mi raccomando: dopo averli farciti, NON mangiateli subito, ma teneteli in frigo per almeno 12 ore...in modo che il ripieno ammorbidisca i gusci...! E' ASSOLUTAMENTE FONDAMENTALE...altrimenti i macarons sono duri e collosi!
La farcitura, inoltre, deve essere lasciata solidificare un po', prima di essere applicata sui macarons, affinchè non coli troppo dalla sac à poche, ma attenzione, non deve essere TROPPO solida, altrimenti non bagna a sufficienza il macaron, lasciandolo colloso! (A me è capitato questo problema...a cui ho ovviato spennellando lateralmente con del latte i macarons già farciti e riponendoli in frigo per altre 8 ore. Dopo erano fantastici!)


Ingredienti per circa 13 macarons non grandi:

(per i gusci):
30 g albume (un uovo o meno)
4-5 g cacao amaro
50 g zucchero a velo
mezzo cucchiaio di Grand Marnier
21 g zucchero semolato
36 g farina di mandorle

(per il ripieno):
40 g cioccolato fondente da copertura
50 g di marmellata di clementine con scorzette
1-(2) cucchiai di latte intero
1 cucchiaio scarso di Grand Marnier

Seguite il procedimento visto per la precedente ricetta dei Macarons al cioccolato e clementine, con la sola aggiunta del Grand Marnier e gli accorgimenti "tecnici" riportati poc'anzi :-)